icona-facebookicona-linked

  • slide01
  • slide02
  • slide03
  • slide04

Rc Prodotti

rc-prodottoLa disciplina della responsabilità per danno da prodotti difettosi è stata radicalmente innovata dalla Direttiva comunitaria 374 del 1985.

L'art.1 della Direttiva dichiara: "Il produttore è responsabile del danno causato da difetti del prodotto".
Prima di tutto è opportuno chiarire i concetti fondamentali di produttore e prodotto.

Per produttore s'intende:
Il fabbricante del prodotto finito o qualunque altro soggetto che apponga il proprio nome, marchio o altro segno distintivo sul prodotto o sulla sua confezione.

Per prodotto s'intende:
ogni bene mobile, anche se incorporato in altro bene mobile o immobile.

 

La responsabilità del produttore per il danno causato da un suo prodotto difettoso è giuridicamente diversa a seconda che si tratti di danno alle cose o di danno alle persone.

Danno alle cose: se il prodotto difettoso ha danneggiato una cosa, bisogna fare un'ulteriore distinzione:

  • se la cosa danneggiata appartiene ad un altro imprenditore o rivenditore, si tratta di responsabilità contrattuale per vizi della cosa venduta (art. 1494 comma 2° c.c.): il produttore dovrà risarcire il danno se non prova di avere, senza colpa, ignorato i vizi della cosa venduta;
  • e la cosa danneggiata appartiene all'utilizzatore finale, si tratta invece di responsabilità da fatto illecito (art. 2043 c.c.), con una variante ispirata ad esigenze di protezione del consumatore: non spetta a questo di provare il rapporto di causalità fra difetto del prodotto e danno subito, perché si presume la colpa del produttore, il quale dovrà risarcire il danno a meno che non provi che il danno non poteva essere causato dal suo prodotto. L'inversione dell'onere della prova, fa sì che la responsabilità da fatto illecito diventi responsabilità oggettiva, imputabile al produttore, indipendentemente dalla prova della sua colpa, per il solo fatto di avere messo in circolazione un prodotto difettoso.

Danno alle persone: nel caso in cui il prodotto difettoso cagioni un danno ad una persona, indipendentemente dal fatto che questa sia rivenditore o utilizzatore finale, il produttore risponde per responsabilità oggettiva.

 

LA SICUREZZA DEL PRODOTTO NELLE NORME ISO

Data la severità della disciplina in tema di responsabilità da prodotto difettoso, è quanto mai necessario che i Sistema Qualità si preoccupino di garantire, accanto alla qualità del prodotto, anche la sua sicurezza. La norma UNI EN ISO 9000/1, in particolare, dispone:

  • l'identificazione di norme di sicurezza applicabili al singolo prodotto;
  • l'esecuzione di prove di valutazione del progetto, proprio al fine di verificarne la sicurezza;
  • un'attenta analisi delle istruzioni e delle avvertenze all'utilizzatore, dei manuali d'uso o di manutenzione, del materiale promozionale, ecc., allo scopo di contenere al massimo interpretazioni errate nell'uso del prodotto;
  • la predisposizione di mezzi di rintracciabilità per facilitare il richiamo del prodotto;
  • la previsione di piani di emergenza, per intervenire su prodotti che si rivelino difettosi o insicuri.

 

Forse fra i requisiti del Sistema Qualità, si tende a tralasciare quello della sicurezza, che trova menzione solo in questa norma, ma esiste un evidente rapporto di interconnessione fra qualità e sicurezza di un prodotto, in forza del quale l'una è requisito intrinseco dell'altra e viceversa:
- in fase di progettazione di un prodotto, fra i requisiti di qualità che devono essere tenuti presente, c'è quello della sicurezza, nel senso che ogni progetto deve concepire il prodotto conforme alle norme di sicurezza previste per la sua tipologia;
- in fase di realizzazione del prodotto (realizzazione intesa in senso lato, comprensiva quindi del processo produttivo vero e proprio e di tutte le attività successive alla produzione), la qualità diventa a sua volta un requisito della sicurezza, nel senso che un Sistema Qualità funzionante ed efficace può garantire che il prodotto finito sia conforme a tutti i requisiti previsti in fase di progettazione, fra i quali quello fondamentale della sicurezza, e di conseguenza sia privo di difetti di fabbricazione che potrebbero rivelarsi pericolosi per l'utente finale.

 

Richiedi Informazioni

Nome*
Campo Obbligatorio

Cognome*
Campo Obbligatorio

Telefono*
Campo Obbligatorio

Città*
Campo Obbligatorio

Provincia
Campo Obbligatorio

Email*
Campo Obbligatorio

Messaggio
Messaggio

*
Campo obbligatorio

Dichiaro di aver letto l' Informativa sulla privacy

© 2014 Assisolution snc - P.iva 02425870066 - Sede Legale: Via Montegrappa 44 - 15121 Alessandria (AL)

Sede operativa: Corso Francia 4 bis/a - 10143 Torino

Iscriz. IVASS RUI n° B000480542 del 21/02/2014 - Numero REA AL - 254777

Tel: +39 011 0370570 - Tel/Fax: +39 011 0370316 - E-mail: info@assisolution.com - PEC: assisolutionsnc@pec.it

 

Iscrizione AIBA      Logo-AIBA

gammadesign