icona-facebookicona-linked

  • slide01
  • slide02
  • slide03
  • slide04

TFR-TFM-TCM-LTC

PMI-vita-pensioni-modificataTRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

La principale finalità del prodotto TFR è di coprire gli impegni dell’azienda nei confronti dei propri dipendenti per il pagamento del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) e dei relativi anticipi senza rinunciare ad una forma di risparmio.

Il TFR prevede un Piano per l’accantonamento del TFR in singole posizioni individuali facenti parte di un’unica polizza collettiva di risparmio.

Gli accantonamenti possono essere corrisposti in ogni momento senza costi aggiuntivi in funzione della frequenza del versamento e senza vincoli di importo; per questo motivo l’azienda ha la possibilità di pianificare il piano di risparmio senza esserne vincolata.

Alla cessazione del rapporto di lavoro di uno dei dipendenti o in caso di erogazione di un anticipo (per qualsiasi motivo), in qualsiasi momento essi avvengano, la Compagnia mette a disposizione il capitale maturato (o una porzione in caso di anticipo) sulla posizione relativa al dipendente interessato.

Inoltre l’azienda:

  • realizza un importante risparmio rispetto alle somme iscritte a bilancio come TFR dei dipendenti;
  • risponde ai criteri di Basilea II, in quanto l’accantonamento del TFR in una polizza collettiva viene considerato come un plus nella valutazione della solidità economica dell’azienda.

 

TRATTAMENTO DI FINE MANDATO

La principale finalità del prodotto TFM è quella di coprire gli impegni dell’azienda nei confronti dei collaboratori (ma anche del Presidente, dell’Amministratore Delegato, del Sindaco della società) per i quali è stata prevista, al momento della nomina, la corresponsione di un trattamento di fine mandato (TFM) e dei relativi anticipi senza rinunciare ad una forma di risparmio.

Il TFM prevede un Piano per l’accantonamento del trattamento di fine mandato in singole posizioni individuali facenti parte di un’ unica polizza collettiva di risparmio.

Gli accantonamenti possono essere corrisposti in ogni momento senza costi aggiuntivi in funzione della frequenza del versamento e senza vincoli di importo; per questo motivo l’azienda ha la possibilità di gestire il piano di risparmio senza esserne vincolata.

Alla cessazione del rapporto di collaborazione (anche prima della scadenza di mandato prevista) di uno dei collaboratori, in qualsiasi momento essa avvenga la Compagnia mette a disposizione il capitale maturato sulla posizione relativa al collaboratore interessato.

Beneficiari delle prestazioni del contratto sono i singoli collaboratori in relazione alla propria posizione. Ciascun collaboratore ha quindi la certezza che il suo TFM è esternalizzato dal rischio impresa. Inoltre, qualora sulla posizione risultasse un capitale maggiore rispetto al TFM dovuto, questa eccedenza andrebbe al collaboratore come benefit aggiuntivo.

Ulteriori vantaggi:

   - Le somme corrisposte dalla Compagnia di Assicurazione sono impignorabili ed insequestrabili ex art. 1923 c.c., oltre alla garanzia di certezza del compenso accantonato e del rendimento acquisito ogni anno in polizza;

   - In caso di premorienza dell’Amministratore, non verrà applicata alcuna ritenuta sugli interessi maturati (ex art. 6, comma 2, del DPR 22.12.86 n. 917);

   - Essendo gli assicurati medesimi beneficiari delle prestazioni contrattuali, gli interessi maturati in polizza sono soggetti alla sola ritenuta del 12,5% a titolo definitivo;

   - La Società contraente, all’atto dell’erogazione dell’indennità di fine mandato, tanto a favore dell’Amministratore quanto a favore degli eredi in caso di sua morte, dovrà effettuare una ritenuta d’acconto pari al 20% di quanto complessivamente accantonato a titolo di TFM (art. 24, comma 1, ultimo periodo del DPR 29.09.73 n. 600). Per questo il TFM prevede un vincolo a favore della Società Contraente per le ritenute di legge a suo carico;

   - L’Amministratore, sulle somme percepite, avrà un vantaggio fiscale ed un vantaggio sui versamenti previdenziali.

 

TEMPORANEA CASO MORTE

Le polizze TCM consentono di proteggere il futuro dei propri cari aiutandoli a far fronte alle conseguenze economiche dovute alla prematura scomparsa dell’assicurato (es. estinzione di mutui e finanziamenti, perdita in famiglia della persona che produce reddito, mantenimento del tenore di vita, ecc).

Affidarsi ad una soluzione di tipo TCM significa anche proteggere il futuro della propria azienda, specialmente se di medie e piccole dimensioni, in cui la prematura scomparsa del proprio key man (uomo “chiave”) può mettere a repentaglio la naturale prosecuzione della vita aziendale.

Infatti gli andamenti ed i risultati delle aziende sono sempre più legati alle capacità del proprio management, che rappresenta una risorsa fondamentale per lo sviluppo, la crescita e la competitività dell’impresa

 

LONG TERM CARE

La "Long Term Care" - letteralmente "assistenza di lungo termine" - è un programma di natura assicurativa che persegue la finalità di garantire all'Assicurato / Iscritto, che versi in condizioni di "non autosufficienza", per infortunio o malattia, la corresponsione di una rendita periodica rivalutabile, per fronteggiare il costo delle prestazioni di carattere socioassistenziale e sanitario rese necessarie dalla condizione di impossibilità del soggetto a prendersi cura di se stesso.

La "non autosufficienza" si manifesta nell'incapacità, totale o parziale, di compiere, in modo permanente, le normali azioni della vita quotidiana, le cd. A.D.L. - activities daily living - quali, ad esempio: lavarsi, vestirsi, mangiare, andare in bagno, preparare il cibo, deambulare, ecc...

Due le principali tipologie di polizze LTC contro il rischio della non autosufficienza:

- LTC in forma "temporanea"

- LTC in forma "a vita intera"

La "LTC temporanea" costituisce il modello di riferimento per il mondo del lavoro dipendente: copre il rischio di non autosufficienza per l'intera durata del rapporto di lavoro e termina con la cessazione dello stesso. Ove si manifesti la non autosufficienza nel corso del rapporto di lavoro, il dipendente colpito percepirà una rendita mensile anticipata e rivalutabile per tutta la vita o, comunque, per l'intera durata della disabilità. L'introduzione in Azienda di questo sistema di tutele avviene attraverso la contrattazione collettiva di categoria o attraverso accordi e regolamenti aziendali.

La "LTC a vita intera" copre il rischio di non autosufficienza in qualsiasi momento questa si verifichi, indipendentemente, quindi, dal contesto lavorativo, sia nella forma che copre il puro rischio che in quella abbinata a formule di risparmio. Risponde ad esigenze di personalizzazione e adesioni a carattere individuale e costituisce, pertanto, il modello di riferimento per amministratori, titolari, collaboratori o dipendenti che intendano aderire in forma volontaria.

 

Richiedi Informazioni

Nome*
Campo Obbligatorio

Cognome*
Campo Obbligatorio

Telefono*
Campo Obbligatorio

Città*
Campo Obbligatorio

Provincia
Campo Obbligatorio

Email*
Campo Obbligatorio

Messaggio
Messaggio

*
Campo obbligatorio

Dichiaro di aver letto l' Informativa sulla privacy

© 2014 Assisolution snc - P.iva 02425870066 - Sede Legale: Via Montegrappa 44 - 15121 Alessandria (AL)

Sede operativa: Corso Francia 4 bis/a - 10143 Torino

Iscriz. IVASS RUI n° B000480542 del 21/02/2014 - Numero REA AL - 254777

Tel: +39 011 0370570 - Tel/Fax: +39 011 0370316 - E-mail: info@assisolution.com - PEC: assisolutionsnc@pec.it

 

Iscrizione AIBA      Logo-AIBA

gammadesign